forfora
Capelli

Il fastidioso problema della forfora

La forfora è una delle patologie anti-estetiche che più disturba la popolazione mondiale soprattutto nei rapporti con gli altri. Non si tratta di un sintomo di scarsa igiene ma di un problema che riguarda la produzione di sebo, che causa quelle odiose scaglie bianche che appaiono tra i capelli e di cui ne soffre il 40% della popolazione maggiorenne. Oltre a causare prurito la forfora danneggia anche la chioma, è la causa alla base di capelli spenti e sottili con punte rovinate oppure pesanti e grassi che si sporcano subito. Questa patologia può essere cronica oppure acutizzarsi in particolari momenti di stress o addirittura coincidere coi cambi di stagione.

Cos’è la forfora

Le cause all’origine della forfora permettono di differenziarla in due tipologie: forfora secca e forfora grassa. Per entrambe le tipologie del problema esistono prodotti in grado di curarla e prevenirla.

La forfora secca

La forfora secca è dovuta all’utilizzo di prodotti troppo aggressivi utilizzati per l’igiene quotidiana dei capelli. Shampoo, spray e lacche possono contenere infatti delle sostanze chimiche che possono irritare il cuoio capelluto causando disidratazione e irritazione, ecco perché il vostro corpo reagisce proteggendosi con la forfora. I moderni studi hanno permesso di creare prodotti molto validi per la cura di questo tipo di forfora che is presenta secca, non unta e cade come neve sulle spalle. Innanzitutto può essere molto utile massaggiare mattina e sera qualche goccia di olio essenziale di timo suol cuoio capelluto. Questa sostanza ha infatti un’azione anti-micotica e disinfettante. Per risolvere ed eliminare il problema della forfora grassa bisogna poi cambiare la propria hair care: lo shampoo deve contenere ingredienti idratanti e lenitivi oltre che anti-batterici. Gli oli favoriscono l’idratazione ed il nutrimento de cuoio capelluto mentre le cere lo proteggono dalle aggressioni. Per completare maschere e fiale che potenziano i risultati raggiunti.

La forfora grassa

La causa della forfora grassa è la dermatite seborroica, una patologia che provoca uno squilibrio nella produzione di sebo che accelera il meccanismo di rigenerazione cellulare, le squame che si staccano dalla pelle appaiono visibili e unte. Questa condizione solitamente è tipica dell’età adolescenziale si accompagna infatti ad una pelle del viso a tendenza acneica, nello specifico vicino alle sopracciglia si può notare il medesimo problema del cuoio capelluto. Il sebo infatti prodotto in eccesso diventa irritante ed il cuoio capelluto si desquama. La cura si può trovare nelle numerose soluzioni cosmetiche proposte in commercio. Tra gli ingredienti che meglio agiscono sul problema ci sono il piroctone olamine, lo zolfo ed altre sostanze anti-batteriche e anti.micotiche. La detersione deve essere frequente ma non aggressiva, volta a riequilibrare la produzione di sebo da parte del cuoio capelluto. L’importante è evitare quei prodotti aggressivi che potrebbero peggiorare le condizioni accentuando la produzione di sebo.

L’alimentazione e la forfora

Alla base di entrambi i tipi di forfora vi può essere anche una scorretta alimentazione, ecco perché per prevenirla è bene seguire un regime alimentare vario ed equilibrato ricco di frutta e verdura ma anche di sostanze che contengono grassi polinsaturi come gli Omega 3: pesce azzurro, frutta secca (noci, mandorle, nocciole), pesche, tutti alimenti che contengono le ceramidi, sostanze alla base della struttura del capello. La forfora può essere causata anche da una cattiva digestione in questo caso può essere molto utile assumere per almeno un mese ogni mattina dei fermenti lattici vivi o un integratore specifico per capelli che aiuta a risolvere il problema. Ove invece fosse causata dallo stress l’assunzione di cereali o un integratore a base di miglio aiuta a risolvere il problema in modo veloce, sostanze come la biotina, il ferro e la vitamina A sono fondamentali per promuovere una crescita sana e forte del capello, così da ristrutturarlo e favorirne la rigenerazione.

Consigli per eliminare la forfora

A volte la forfora è causata anche dalle modalità troppo aggressive con cui si lavano i capelli. Per applicare nel modo corretto lo shampoo è essenziale massaggiare il cuoio capelluto con delicatezza utilizzando i polpastrelli, in questo modo lo shampoo porterà via il sebo in eccesso senza aggredire lo strato sottocutaneo.

Bisogna evitare anche di asciugare i capelli con il phon caldo, è consigliabile infatti tenerlo ad una distanza di 15 cm almeno dal cuoio capelluto puntando sempre verso il basso e mai in direzione dello stesso.
Indossare cappelli o foulard per nascondere la forfora a lungo andare si dimostra controproducente perché impedisce la respirazione cellulare e accentua il problema. Infine, per purificare il cuoio capelluto si può applicare tutti i giorni una lozione naturale fatta in casa con rosmarino e aceto, due sostanze che fortificano il fusto del capello e hanno un’azione purificante sul cuoio capelluto, la chioma apparirà forte e lucida.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.