Capelli

Suggerimenti per la cura dei capelli

Anche se la nostra chioma non hanno particolari problemi, capita a tutti prima o poi di ritrovarsi a cercare  consigli e suggerimenti per migliorare la cura dei capelli.

Avere capelli belli e perfettamente in ordine è ciò che desideriamo tutti, senza distinzione di sesso o età e il motivo è piuttosto semplice. Nonostante  non sono indispensabili a nessuna funzione vitale, i capelli rivestono però una grande importanza sociale e psicologicatanto e proprio questo ci spinge  a dedicare alla loro cura ed al loro aspetto molto tempo e denaro.
Questo ornamento naturale  può essere valorizzato e/o salvaguardato grazie all’aiuto offerto dalla  moderna cosmesi oltre che da piccole attenzioni quotidiane legate alla pulizia e alla cura dei capelli.

Caratteristiche essenziali dei capelli per capire come curarli

Il numero di capelli è determinato geneticamente fin dalla nascita ed in genere si aggira intorno alle centomila unità.
Il capello riceve il nutrimento necessario alla sua crescita dalla papilla pilifera, collocata in fondo al bulbo, in cui confluisce la rete capillare sanguigna.

Essi hanno notevoli proprietà elastiche e presentano una eccedente carica elettromagnetica che risulta evidente quando li pettiniamo con attrezzi cornei.
Il ritmo di crescita dei capelli, che rallenta in maniera sensibile con l’età, è di circa12mm al mese ed ogni singolo capello attraversa tre fasi di crescita prima di essere sostituito.
Ognuno di essi è avvolto esternamente da una cuticola formata da scaglie di cheratina (proteina fibrosa) sotto la quale si trova la corteccia e cioè uno strato tubulare di cheratina che conferisce consistenza al capello, mentre il midollo è una sostanza spugnosa che costituisce lo strato più interno e ne determina la flessibilità.

Cosa dobbiamo sapere, inoltre?

Sostanze alcaline, cioè con pH superiore a 7, hanno la proprietà di sollevare le cellule della cuticola mentre le sostanze acide (ph inferiore a 5 ) possono riappiattire le cellule e ricostituire la cuticola.
Il cuoio capelluto, infine, è la zona in cui si deposita la maggiore quantità di sostanze estranee provenienti dall’ambiente.

Mantenere i capelli in condizioni ottimali

La cura dei capelli inizia con l’uso di uno shampoo periodico che elimini la sporcizia costituita dalle polveri ambientali e da prodotti cosmetici vari ( ad esempio schiume e lacche ) così come da grassi secreti dalle ghiandole sebacee e dai detriti provenienti dalla desquamazione del cuoio capelluto.
Sarebbe consigliabile scegliere sempre uno shampoo non troppo aggressivo e quindi un prodotti con tensioattivi anionici leggeri, anfoteri e non ionici.

Anche l’uso del phon può essere determinante nella cura dei capelli; un getto troppo caldo sulle radici potrebbe bruciare la cute e renderli grassi, senza contare che l’azione del calore determina anche l’appiattimento dei capelli.
Scegliere sempre una temperatura media (nel caso di capelli ricci o grossi può essere un po’ più elevata) se si desidera ottenere più volume.
Un getto freddo o moderato, consentirà di asciugare i capelli sottili senza inaridirli.

Il modo in cui indirizziamo il phon è importante per la cura dei capelli?

Sì ! Indirizzare il getto sui capelli dall’alto verso il basso, permette di lisciare le cuticole e dare lucentezza al capello, mentre se asciugare i capelli dal basso concorre a sollevarle, rendendo il capello spento e senza vita.
Eseguite sempre dei piccoli movimenti circolari  con il phon (o scuotetelo delicatamente) per evitare di aggredire i capelli e la cute con il getto di calore diretto.
Una cura dei capelli dall’effetto immediato, per rinvigorire velocemente una chioma spenta, consiste nell’applicare qualche goccia di olio per capelli solo sulla lunghezza e lisciate le cuticole con un pennello da trucco.
Questo potrebbe essere anche un rimedio temporaneo contro le doppie punte, in vista di un bel taglio che migliori il loro aspetto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.